Uomini e CrossFit: ecco i vostri 10 consigli!

Tempo di lettura:3 minuti

La sezione approfondimenti si arricchisce di un articolo dedicato ora agli uomini, di seguito a quello pubblicato sulle Donne nel CrossFit: un altro interessante approfondimento su cui riflettere…

10 CONSIGLI PER GLI UOMINI DEL CROSSFIT

Presentiamo un articolo dell’amico Lorenzo Mosca che può servire a molti, se non a tutti, per eliminare (o almeno provarci) quelle idee, concezioni e modi di fare che stanno prendendo piede anche nel CrossFit…

Ecco un breve estratto dell’articolo completo:

1. CrossFit non è la sala pesi

Chi si avvicina al CrossFit si prepari a veder rivoluzionato il proprio concetto di sport. Lasciate da parte la spocchiosità nell’affrontare il vostro primo allenamento. Approcciatevi al CrossFit con molta umiltà e siate pronti a mettervi totalmente in gioco!

2. CrossFit e culturismo non sono compatibili

Il body building è un’attività estetica e volumetrica, il CrossFit, invece, è un’attività prestativa. Quella mira solo all’ipertrofia, questa invece mira all’aumento di capacità (organico muscolari e coordinative). Non è affatto una buona idea, tentare di conciliare le due attività. O scegliete CrossFit o culturismo!

3. La chimica non è la soluzione

Un punto decisamente importante, anzi, di basilare conoscenza! Non è intelligente cercare di sopperire alle proprie rifugiandosi nel mondo dell’integrazione alimentare. Lasciate perdere proteine, aminoacidi, bcaa, creatina, maltodestrine, taurina (omettendo di citare “tutto il resto”) senza prima aver ottenuto un’adeguata formazione in tal senso! Un buon consiglio è quello di iniziare con un percorso di educazione alimentare in grado, quello sì, di fare differenza.

Il decalogo prosegue toccando il superamento dei termini canonici di “petto” “bicipiti” “addome” tricipiti”. Non solo, uno dei punti più simpatici è riferito anche al superamento del concetto “uni-brand” (…non di solo Reebok vive l’uomo…).

Una bella lettura e rilettura, poi, su….

6. Competizione si, paranoia e furberie no

Ben venga la sana e formativa competizione, con sé stessi e poi con gli altri. D’altronde è una componente fondamentale dell’animale uomo. Il principio di mettessi in gioco e confrontarsi non deve trasformarsi in una ossessione. Ossessione che può portare a vivere il CrossFit esclusivamente in funzione del tempo impiegato a fare un WOD rispetto agli altri. (…)

Quindi, non essendo voi Rich Froning, vivete il tutto con molta più tranquillità, cercando anzi di imparare da chi è meglio di voi!

rich froning | The SunWod

7. La quantità non è tutto

Verissimo! Prendete martello e scalpello e preparatevi ad incidere sulla pietra: chi si allena di più non è detto che si alleni meglio!

8. La maglietta non è un inutile orpello

Tra le molte cose nel CrossFit si è visto lo sdoganamento dell’allenamento senza maglia… Largo alla nuda pelle! Vi piace sentirvi come forti e virili guerrieri del passato? Bene, ma non dimenticate che questa pratica non deve diventare un automatismo! Perché? Lorenzo Mosca trova almeno un paio di motivi:

PRIMO: per una questione di natura “morale”, riguardante l’effetto inflazionistico che potrebbe avere togliere la maglietta sempre e comunque. Se si è iniziato il riscaldamento da nemmeno due minuti, vedere volare pezzi di stoffa per la sala, gettati con una certa violenza e liberazione, vuol dire che si è preso questo sacro rito con troppa leggerezza…

Non solo, continua…

SECONDO: per una questione di natura  “estetica”, relativo ai rapporti sociali con l’altra metà dell’universo. Vi confidiamo un segreto: non che necessariamente tutte le donne amino vedere uomini mezzi nudi, soprattutto se la vostra fisicità non sia troppo sviluppata ed continuiate a grondare sudore come se diluviasse. Quindi dosate per bene questa facoltà.

AndyPetranekCrossFit | The SunWod

9. Il fiato serve per il lavoro

(…) Va bene che la tecnica dell’urlo viene utilizzata perfino ad altissimi livelli come incanalamento delle energie, ma siamo propri sicuri che sia il caso di far tremare le colonne e canalizzare gli sguardi di ogni persona presente in palestra, per quei maledetti 50 chilogrammi di squat?…

L’articolo si conclude poi con il ricordare di quanto il CrossFit sia, prima di tutto, un percorso…. Un po’ come nella vita.

10. Fretta è sinonimo di debolezza

Un percorso di crescita. Un percorso che sarà lento ma inesorabile, se praticato con costanza ed umiltà. La cosa peggiore durante questo cammino sarà proprio avere fretta. E, come si dice nell’ambiente della pesistica olimpica di altissimo livello, chi va più veloce è quello più debole, perché non ha il pieno controllo del bilanciere in ogni fase.

Abbiamo voluto dare spazio ad un articolo del novembre 2014 dell’amico Lorenzo Mosca: leggetelo per intero e, già che ci siete, condividetelo!

Ti sei perso gli altri approfondimenti? Dai un occhio qui!

The sunwod men crossfit

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo con i tuoi amici utilizzando i pulsanti qui sotto!

About The SunWod

The SunWod è il primo progetto che si occupa di vacanze ed eventi per sportivi, tutto l'anno e in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *